Parrocchetto: 5 cose da sapere prima dell’acquisto

Il parrocchetto ondulato o cocorita è senza dubbio uno dei volatili più cercati e presenti nelle case di tutti gli amanti di uccelli domestici.

Vediamo insieme 5 punti utili da tenere presente per chi sta pensando di prenderne uno per rallegrare la propria casa.

Quando si pensa all’acquisto di un pappagallino come il parrocchetto ondulato, è immediato pensare anche che servirà una gabbia. Ci sono però altre cose da tenere in mente per avere un’idea più completa di cosa ci serve.

Voliera

In effetti è così, questo volatili non sono adatti a stare liberi in casa tutto il giorno, soprattutto per via di tutti i pericoli che ci possono essere, come abbiamo detto in questo nostro articolo. Possono comunque beneficiare di alcune ore di libertà per fare un po’ di sano esercizio.

La voliera dovrà essere ampia, perché le cocorite sono animali vivaci e hanno bisogno di muoversi parecchio. Più grande è, meglio è! Anche perché è il loro spazio vitale in cui passeranno la maggior parte del tempo e della loro vita.

La misura consigliata per un solo esemplare è di 80 cm minimo, più larga che alta, in modo che sia possibile volare in orizzontale. Che sia fatta in acciaio e senza rivestimenti (zinco, piombo, rame e alcune vernici sono tossici per l’animale).

I posatoi devono essere di spessore tale per cui le zampe li circondino senza che le dita si tocchino. La scelta migliore è quella più naturale: rami di legno di diametro variabile. Meglio evitare i posatoi in plastica.

Info Utile:

attaccare la gabbia al muro, in modo che un lato sia chiuso, darà maggior sicurezza al parrocchetto.

Supporto per voliera

Ciò che può essere utile, però, oltre alla voliera è un supporto su cui appoggiarla, se abbiamo uno spazio dedicato sufficiente e non vogliamo appoggiare la gabbia a terra.

Esistono, comunque, molti modelli che sono provvisti di supporto integrato, come un mobiletto o delle gambe con piedini o ruote.

Si può anche decidere, in alternativa, di appenderla al soffitto e farla scendere con delle catenelle fino all’altezza desiderata. In questo caso è importante fissarla in modo sicuro con dei tasselli robusti e fare attenzione alle oscillazioni della gabbia dovute al movimento dei piccoli ospiti.

Copri gabbia

Questo può sembrare un accessorio opzionale, quasi superfluo, ma fidatevi: può salvarci la vita!

Le cocorite sono adorabili proprio per la loro vivacità sia da sole che in relazione a noi e all’ambiente. Questo va bene, ma non in tutte le occasioni.

Come dobbiamo fare se abbiamo bisogno di studiare, leggere o concentrarci e la cocorita è in pieno concerto? Oppure se dobbiamo fare una telefonata importante, ma anche un pisolino pomeridiano?

Possiamo coprire la gabbia!

Coprire la gabbia darà il segnale di riposo al pappagallino portando il buio. Questo lo farà stare tranquillo e soprattutto silenzioso, come nelle ore notturne in cui non c’è luce.

Un copri gabbia, della dimensione adeguata, sarebbe un’ottima soluzione. In generale, però, anche una coperta leggera o un telo abbastanza spesso potranno funzionare alla grande.

Cibo

Acqua e cibo, ovviamente, non possono mai mancare. Bisogna fissare le vaschette alla gabbia e i posatoi abbastanza vicini da permettere agli uccellini di stare appoggiati mentre mangiano.

La scelta più salutare è quella di dar da mangiare al parrocchetto una varietà di cibi e non solo semi. Questi tendono ad essere molto grassi e a portare il volatile all’obesità, cosa per cui è predisposto.

Quindi, oltre a scegliere un mangime selezionato in modo che sia ricco e vario e più orientato al pellet organico, è utile dargli anche frutta e verdura. Questo apporterà alla sua alimentazione anche vitamine e sali minerali.

Una lista indicativa potrebbe essere questa:

  • Mele
  • Pere
  • Uva
  • Arance
  • Melone
  • Lattuga
  • Spinaci
  • Broccoli
  • Cavolo
  • Zucca
  • Carote

I vegetali migliori sono quelli arancio e verde scuro. Si possono fare a pezzettini e mettere nelle ciotole, oppure lasciarli interi o in pezzi più grandi. Il parrocchetto si divertirà a beccarli oltre che a nutrirsi.

Giochi

Proprio perché si muovono tanto, e sono molto attivi anche mentalmente, sarà utile inserire nella voliera anche dei semplici giochini.

I parrocchetti adorano fare su e giù dalle scalette, dondolarsi sulle altalene e saltare da una parte all’altra su piccoli trespoli.

Come per tutti gli accessori che stanno a contatto con gli animali, è bene controllare la qualità per evitare che possano ingerire sostanze velenose o che i materiali non siano dannosi per la loro salute.

Quanto costa un parrocchetto e tutto il necessario?

Per farci un’idea, e poterla anche condividere con voi, abbiamo provato a fare un po’ di ricerca riguardo ai costi e abbiamo preparato una tabella riassuntiva con dei prezzi indicativi.

VoceCosto indicativo
Parrocchetto €8 - €15
Voliera €85 - €160
Supporto €15 - €40
Copri gabbia €6 - €10
Giochi €2 - €20
Cibo €3 - €18

Non è una sorpresa che gli acquisti online siano il modo migliore per risparmiare, tranne per l’animale stesso.
Prendetelo in un negozio di qualità e andate a vederlo di persona per essere sicuri che sia in salute e che stiate parlando con personale competente.

2. Il parrocchetto soffre di solitudine

Anche questa potrebbe non essere una sorpresa. Del resto, essendo creature viventi, moltissimi animali hanno bisogno di interazione con il mondo esterno, i propri simili o altre creature viventi.

Anche le cocorite hanno bisogno di tanta interazione e, se noi siamo spesso fuori casa o non abbiamo molto tempo da dedicare al nostro pet, potrebbe essere una buona idea comprare una coppia.

Si terranno compagnia a vicenda, rendendo le giornate meno pesanti da sopportare.

Questo non è sempre vero, chiaramente ci sono alcuni esemplari che stanno benissimo da soli e si divertono un mondo a cantare e saltellare da un gioco all’altro tutto il giorno, tutti i giorni.

Se invece ciò che ci interessa maggiormente è proprio l’interazione con il nostro pappagallino, allora prenderne uno solo faciliterà la relazione e renderà l’addestramento molto più immediato.

Il motivo è piuttosto semplice: noi saremo il suo unico riferimento, senza altre distrazioni. In questo modo sarà più facile lavorare per insegnargli a fidarsi di noi, a farlo salire sul dito o sulla spalla e farlo magiare dalle nostre mani.

Con due esemplari non è impossibile, sia chiaro. Sarà solo più difficile per via della distrazione che porta la possibilità di interazione con un proprio simile.

La solitudine nei parrocchetti, però, può portare anche conseguenze sgradevoli come la depressione.

Dovremo stare attenti ai segnali del suo comportamento per evitare che il malessere gli rovini l’esistenza. In questi casi, se la nostra presenza non fosse sufficiente, l’arrivo di un compagno di giochi potrebbe risolvere il problema.
Prima di muoverci in questa direzione è altamente consigliato farsi dare un parere anche dal nostro veterinario di fiducia. Lui potrà fugare altre possibili cause della situazione, perché magari il problema non è la solitudine.

Alcuni segnali della depressione nelle cocorite sono:

  • Gonfiano le piume frequentemente e per lungo tempo;
  • Sono irritabili
  • Sono più aggressivi
  • Perdono appetito

Se riscontriamo questi comportamenti è meglio rivolgersi al veterinario e informarci per agire prima che sia troppo tardi.

3. Il parrocchetto può parlare

Ebbene sì! Molti se lo chiedono, dato che è una delle caratteristiche più interessanti dei pappagalli in generale.

Anche i parrocchetti possono “parlare”, lo mettiamo tra virgolette perché riproducono dei suoni che cercano di mimare il più possibile quello che sentono ma i risultati non sono chiarissimi, sicuramente meno di altre specie più capaci o dei loro parenti stretti i parrocchetti dal collare.

Tuttavia, alcuni riescono ad ottenere dei risultati molto validi, come mostrato in questo video che abbiamo trovato su YouTube.

4. Aspettativa di vita

Questi animali possono rivelarsi dei compagni di vita per un periodo bello lungo. In cattività vivono mediamente 7-10 anni, ma se curati come si deve non sono rari i casi in cui arrivino anche a 15-18 anni!

La vita media in natura è di 20 anni e si trovano principalmente in Australia e Nuova Zelanda.

Lo stile di vita, la qualità del cibo e la grandezza della gabbia sono punti fondamentali che influenzano la longevità di questi animali.

Non ultimo, anche la solitudine marcata e protratta per tanto tempo può essere una causa di morte precoce, oltre alla presenza di patologie mediche.

Curiosità:

in natura esistono circa 30 specie di parrocchetti, in commercio però se ne trovano circa 5.

5. Una guida può essere utile

La prima volta che prendemmo un parrocchetto, tanti anni fa, ci rendemmo subito conto che ci mancavano tutte le informazioni base di riferimento.

La nostra buona volontà e il buonsenso non erano certamente sufficienti per prenderci cura di un animale di cui non sapevamo niente, se non che era vivace, colorato e che aveva bisogno di una gabbia.

Ora si trovano molti siti internet pieni di materiale utile, ma al tempo ancora non avevamo questa risorsa. Quindi, non rimaneva altro che acquistare un manuale.

Oggi i manuali a disposizione specifici sui parrocchetti non sono molti di più di quello che trovammo nel 1990. Però, per comodità e utilità, inseriamo di seguito una tabella con tutti quelli che abbiamo trovato, in ordine di data di uscita, e con qualche considerazione a riguardo.

TITOLOAUTORECOSTONote utili
Il pappagallino ondulato. Guida completa Stan e Barbara Moizer €25,00 Edito nel 1990, 152 pagine. Si trova ancora, anche su Amazon. Molti concordano sul fatto che, più che una guida completa, sia un buon riferimento di partenza per la cura e la riproduzione, orientato ad allevatori amatoriali o alle prime armi. Per noi è stato un buon riferimento, anche se piuttosto costoso in rapporto alla qualità e quantità di informazioni.
Pappagallini ondulati sani e felici Immanuel Bimerlin €9,00 Edito nel 2005, 62 pagine. Non disponibile.
Pappagallini Amanda O'Neill €6,55 Edito nel 2007, 32 pagine. Fuori catalogo.
Pappagallino ondulato: 35 grammi di meraviglia del Creato Clo Bartoli €31,00 Edito nel 2015, 144 pagine. Interessante perché propone un doppio canale di informazioni, quelle più mediche con scritti di un veterinario e una parte più dedicata alla relazione con l'animale, su cui non sempre si trovano informazioni approfondite. Disponibile nelle maggiori librerie.
Le cocorite Elisabetta Gismondi €15,00 Edito nel 2017, 128 pagine. Disponibile nelle maggiori librerie.

Questi sono tutti quelli che abbiamo trovato di specifico sui parrocchetti, ci sono altri manuali ma sono più ad ampio spettro sui pappagalli o specifici di altre specie.

Tutti i manuali che abbiamo inserito nella tabella sotto sono libri cartacei, ad oggi non siamo riusciti a reperire nessun ebook o formato elettronico diverso da siti internet.

Alcuni sono molto superficiali, quasi tutti hanno contenuti parziali e, soprattutto, sono introvabili!
Forse la soluzione migliore sarebbe quella di raccogliere tutti i contenuti più utili e scriverne uno noi.