Il gatto: perché e come sceglierlo

Vuoi prendere un gatto. È tanto che ci pensi e alla fine hai deciso.

Ma come scegliere quello che fa per te? Cosa è bene sapere prima? E come comportarsi quando arriva?

In questo post cercheremo di esplorare tutte gli aspetti importanti per fare i passi giusti.

Da cacciatori di topi nei granai a simbolo divino, questi animali ci accompagnano nella vita quotidiana da più di 10.000 anni. Ma perché sceglierlo come animale domestico, a parte la personale fascinazione verso questo meraviglioso felino?

Ci sono indubbiamente alcuni vantaggi a scegliere un gatto, ad esempio, rispetto a un cane. Il gatto non ha bisogno di essere portato fuori per fare i bisogni, anche le taglie più grandi possono essere ospitate in appartamenti, è un animale piuttosto indipendente e, in linea di massima, comporta un minore impegno nella gestione e nell’accudimento.

Non bisogna però fraintendere il minor accudimento con l’essere legittimati a trascurare il nostro amico!

Come tutti gli animali domestici, anche il gatto ha bisogno di relazione con l’essere umano o altri suoi simili, quando possibile. Un eccesso di solitudine potrebbe essere causa di depressione oppure l’origine di comportamenti iperattivi o addirittura aggressivi.

Il gatto saprà essere un buon coinquilino per le persone single ma anche un prezioso membro aggiuntivo della nostra famiglia.

E, a proposito di scelta, è altamente consigliabile ponderarla in modo approfondito, perché potrebbe portare ad una convivenza dai dieci ai quindici anni!

Se si vive in famiglia, poi, è saggio condividerne la scelta e le responsabilità di cura e attenzione annesse con tutti i componenti. In particolare, in famiglie con bambini e ragazzi, sarà un buon modo per insegnare loro che il nostro pet non è un gioco o un pupazzo, nonostante ci si potrà giocare insieme e, se il gatto gradirà, strapazzarlo di coccole.

Quale gatto scegliere?

Bene, ora che abbiamo più chiarezza sulla scelta, possiamo passare a prendere in considerazione  alcuni altri aspetti utili per orientarla al meglio.

Vediamo di seguito alcune domande a cui cercare di rispondere:

  • Quale razza scegliere?
  • E se sono allergico?
  • Gatto maschio o femmina?
  • Adottare un cucciolo o un gatto adulto?
  • Dove prendere il gatto?
  • Cosa fare quando arriva a casa?

Quale razza scegliere?

Riguardo alle razze abbiamo letteralmente l’imbarazzo della scelta, si contano circa 102 razze di gatto riconosciute ufficialmente, e altre ancora non riconosciute. 

Certamente uno dei parametri principali sarà il gusto estetico, ma possiamo cercare di suddividerli in macro categorie e metterne in luce alcuni aspetti specifici, come le caratteristiche principali e le cure richieste, il carattere (anche in relazione all’uomo) e un’indicazione generale sul costo.

Di seguito solo alcuni esempi, particolarmente indicati per la vita in famiglia, e qualche esemplare più particolare.

Razze a pelo lungo e semilungo

La distinzione tra categoria “a pelo lungo” e “a pelo semilungo” è sottile a colpo d’occhio e molte fonti collocano alcune razze talvolta nell’una, talvolta nell’altra.

Tra le razze con questa tipologia di pelo, ci sono:

Il Siberiano

Caratteristiche e cure

Il gatto Siberiano ha una mole massiccia, il maschio può raggiungere i 12 chili, mentre la femmina gli 8 chili. È amante del gioco e (strano ma vero!) dell’acqua. Ha bisogno di spazi abbastanza ampi e possibilmente aperti, ma ama la casa. Non necessita di cure particolari; il suo pelo è idrorepellente e basta spazzolarlo nel periodo estivo, quando la muta è particolarmente intensa.

Carattere

È, di base, molto autonomo e indipendente perché conserva ancora dei tratti selvatici, tipici dei cacciatori. Però si lega molto al suo umano e in casa rimane piuttosto tranquillo.

Prezzo€900-€1.000

Il Norvegese delle foreste

Caratteristiche e cure

Il Norvegese è un gatto robusto e dalle dimensioni notevoli, con pelo folto soprattutto intorno al collo e sulla coda. Il maschio arriva a pesare 8 chili, mentre la femmina fino ai 5,5. Gli ambienti all’aperto, come un giardino, sono l’ideale per questo gatto amante delle arrampicate. Si abitua anche in appartamento, ma è bene fornirgli un tiragraffi ad albero dove potrà sfogare i propri istinti da abitante delle foreste. Il suo manto ha bisogno di una spazzolata una volta a settimana.

Carattere

Ha un carattere amabile e generalmente si affeziona al padrone che tende a seguire dappertutto, nonostante abbia anche lui una grande autonomia. È un giocherellone e cerca spesso l’interazione, non particolarmente adatto a persone molto sedentarie. I cuccioli sono molto vivaci.

Prezzo€700-€1.000

Il Persiano

Caratteristiche e cure

Questa razza, creata dall’uomo con incroci mirati, è considerata una delle più pregiate. Ha grandi occhi brillanti, il muso schiacciato e un folto pelo fluente. Per questo necessita di cure quotidiane. Il maschio arriva a pesare intorno ai 7 chili, mentre la femmina circa 4. le cure necessarie sono parecchie, il pelo va curato quotidianamente e passato con una spazzola di crine per evitare che la bestiola ingerisca grandi quantità di pelo. Occhio anche all’alimentazione perché tende ad ingrassare.

Carattere

È un animale molto docile, ama la compagnia umana e la casa, ed è poco incline al movimento. Preferisce impegnarsi in lunghi e profondi pisolini sul divano, durante i quali  non gradisce essere disturbato. Tollera piuttosto bene la solitudine, ma ama stare al centro dell’attenzione ed essere ammirato. Potrebbe avere atteggiamenti di gelosia nei confronti del proprio umano, specie in presenza di altri animali o se ci sono in casa bambini piccoli.

Prezzo€700-€3.000

Il Maine Coon

Caratteristiche e cure

È il gatto dalla mole maggiore, può arrivare addirittura a 15 chili il maschio e fino a 7 chili la femmina, senza essere in sovrappeso! Per questo necessita di uno spazio adeguato, dove possa trovare postazioni elevate, perché a questo gattone piace guardare tutto dall’alto. Nonostante la sua impressionante mole, però, si adatta molto bene alla vita casalinga. Il suo pelo tende a creare nodi soprattutto sotto le ascelle e nella parte posteriore, in particolare le zone dell’inguine e interno coscia. Basterà passare la spazzola quando vediamo che serve.

Carattere

È un gatto generalmente molto docile e ama il contatto con l’umano; è un animale sicuro di sé, gentile e fedele. Crea un legame forte con il padrone ma socievole anche con gli estranei.

Prezzo€800-€1.100

Il Birmano

Caratteristiche e cure

Il Birmano, o Gatto Sacro di Birmania, è di taglia medio-grande e muscoloso.
È un animale che miagola poco, tende a comunicare maggiormente con lo sguardo. Mite e tranquillo, a questo gatto non piacciono particolarmente la confusione e i rumori forti. Per questo aspetto, forse, non la razza più adatta ai bambini, almeno fino ai 6-8 mesi. Sa stare bene da solo per tempi relativamente lunghi, ma non va lasciato da solo per troppo tempo; vive bene in appartamento. Il manto fa pochi nodi, quindi sarà sufficiente spazzolarlo durante il periodo della muta.

Carattere

Ha un temperamento mediamente attivo e reattivo, soprattutto se giovane. I maschi tendono a cercare di più la compagnia dell’uomo rispetto alle femmine, che sono tendenzialmente più schive e ritirate.

Prezzo: €700-€1.400

Il Ragdoll

Caratteristiche e cure

Un gatto dal pelo vaporoso e dalla taglia abbondante. Il maschio arriva agli 8 chili mentre la femmina fino ai 5.
È un gatto casalingo e tranquillo che non ama la confusione. Ha un miagolio particolarmente dolce e melodioso. Il suo pelo non necessita di particolari cure, oltre a una bella spazzolata durante la muta.

Carattere

La sua indole pacifica e remissiva è la sua caratteristica principale; questo gatto si abbandona fiducioso nelle braccia del padrone a cui si lega molto e cerca spesso. Non è assolutamente adatto a rimanere da solo, ha bisogno di una presenza quasi costante. È capace di dare vicinanza al suo umano quando lo sente triste o malato. Attenzione però, è un gatto molto permaloso e dalla buona memoria! Non si dimenticherà facilmente di un torto subito o di un dispetto sgradevole.

Prezzo: €900-€1.800

Razze a pelo corto

L'Abissino

Caratteristiche e cure

Praticamente un Puma in miniatura, dal manto tipicamente rosso ramato scuro-marrone, richiama molti affreschi e sculture dell’antico Egitto. La sua salute è piuttosto forte, quasi quanto il suo appetito. Ha un corpo snello e longilineo, dal portamento elegante. Il maschio arriva a pesare circa 5 chili, la femmina intorno ai 4. Ha necessità di alimentarsi bene e spesso, perché è un gatto molto dinamico e quindi spreca molte energie.

Carattere

Molto vivace e attivo, cerca costantemente l’interazione attraverso il gioco con l’umano. Questo gli permette di prendere fiducia, dopo una fase iniziale spesso caratterizzata da diffidenza. Si fa sentire spesso, con miagolii dalle differenti tonalità, che molte volte usa per tornare al centro dell’attenzione. Attenzione alla sua voglia di esplorare e la grande curiosità che lo contraddistinguono, potrebbe allontanarsi da casa per lunghi periodi.

Prezzo: €1.000 in su.

Il Siamese

Caratteristiche e cure

È una delle razze più famose e riconoscibili per la particolare colorazione del manto, ma attenzione a non scambiarlo con la razza Thai. Il Siamese ha corpo snello e sinuoso, dal capo quasi a forma di cuneo e il muso allungato, le orecchie grandi e gli occhioni ovali e di colore azzurro o blu profondo. È di taglia media, il maschio arriva a pesare intorno ai 5 chili, la femmina circa 4. Il pelo è abbondante e morbido, basterà una spazzolata alla settimana e un po’ più spesso durante la muta.

Carattere

Molto attaccato agli umani che lo gestiscono, mentre non ama farsi manipolare dagli estranei o la convivenza con altri gatti. È un animale che ama i rapporti esclusivi, dal carattere giocoso e malleabile. Per questo è particolarmente facile da addestrare, non è raro vederlo al guinzaglio passeggiare con il proprio padrone.

Prezzo: €700-€1.000

Il Certosino

Caratteristiche e cure

È un gatto robusto, di taglia media e dal tipico pelo grigio-blu, le cui sfumature al sole spesso tendono al viola. Il manto contrasta notevolmente con gli occhi, dal colore ramato o giallo ocra. Il maschio arriva a pesare anche 10 chili, mentre la femmina arriva intorno ai 6. Il manto folto e corto, basta spazzolarlo una volta alla settimana, ma contropelo.

Carattere

Per descrivere il carattere di questo animale, spesso viene usata la definizione “gatto-cane”, perché è molto affettuoso e fedele al suo padrone. È un gatto molto empatico, il maschio in particolare cerca il contatto fisico con il suo umano, la femmina invece è più riservata.

Prezzo: €900-€1.400

Il Soriano

Caratteristiche e cure

Detto anche Europeo, è il gatto domestico più comune, dal tipico manto tabby (tigrato) dalle colorazioni più svariate. Ha corporatura e dimensioni medie ma molto variabili, la testa tondeggiante. Il pelo non necessita di particolari cure, basta una spazzolata ogni tanto.

Carattere

Ha un’indole vivace e giocherellona, sta molto bene in casa ma è un gatto curioso a cui piace esplorare. Si affeziona al suo umano e non ama la solitudine.

Prezzo: €900-€1.400

Gatti "nudi"

Il Canadian Sphynx

Caratteristiche e cure

Detto anche “gatto sfinge”, anche se non ha nulla a che fare con il gatto egiziano, è una delle razze senza pelo. Il manto presenta delle pieghe e può essere di tre tipologie diverse: Rubber (al tatto quasi gommoso e morbido), Peach (che ricorda la peluria della pesca, da cui il nome) e Wax (molto simile alla cera calda e malleabile). Il muso triangolare e le orecchie sono grandi e distanziate, così come gli occhi. Nonostante l’aspetto longilineo e affusolato, pesa più di quanto non si direbbe: il maschio arriva fino ai 7 chili, invece la femmina a circa 4. 

Data la particolarità del suo manto, va lavato piuttosto spesso (anche ogni 2 settimane) a causa del sebo che rilascia la sua pelle. Da tenere presente anche rispetto ai tessuti di sedie, poltrone e divani. Inoltre bisogna fare particolare attenzione all’esposizione al sole, perché si possono scottare!

Carattere

È un animale molto affettuoso, intelligente e coraggioso ma bisognoso di calore. Non sono animali adatti a stare da soli, godono molto della compagnia di altri gatti e dei suoi umani.

Prezzo: €1.000-€2.500

Il Kohona

Caratteristiche e cure

A differenza del Canadian Sphynx, il Kohona è l’unico gatto veramente glabro, in quanto è geneticamente sprovvisto di bulbi piliferi. Il suo manto presenta molte rughe, ancora più accentuate che nello Sphynx, mentre il suo muso è meno spigoloso. È una razza spontanea originaria delle isole Hawaii (per questo si chiama anche Hawaii Hairless). È molto raro e allevato selettivamente per impedirne l’estinzione, di conseguenza le liste di attese sono molto lunghe e i prezzi proibitivi. Di taglia leggermente più piccola del suo parente canadese, il maschio arriva intorno ai 4,5 chili e la femmina a circa 4. 

Come tutti i gatti nudi, necessitano di molte cure e vanno lavati spesso, asciugati bene e protetti dall’esposizione solare.

Carattere

Anche lui è molto affettuoso e ricerca tanto la vicinanza fisica con il padrone.

Prezzo: fino a €5.000

E se sono allergico?

Questo è un altro aspetto molto importante da tenere in considerazione, quindi alcune indicazioni specifiche risultano utili. Di seguito alcuni punti utili da tenere in mente, puoi trovare maggiori info in questo articolo.

Buone prassi da seguire:
  • Pulire e arieggiare spesso la casa;
  • Non dare al gatto il pieno accesso a tutti gli ambienti;
  • Lavarsi le mani dopo il contatto con l’animale.
Le razze ipoallergeniche o anallergiche

Amanti dei gatti e inguaribili allergici, non disperate! Anche se non esistono razze di gatto completamente anallergiche, in realtà ce ne sono diverse considerate ipoallergeniche. Ciò vuol dire che hanno una presenza di allergeni molto ridotta e potremo godere della compagnia del nostro animale domestico preferito senza patemi di sorta.

Le razze ufficialmente riconosciute come ipoallergeniche sono riassunte nella tabella seguente, divise in base alla lunghezza del pelo:

Pelo lungo o semilungo:
Pelo corto:

Spesso sono indicate anche razze come il Siamese, il Devon Rex o il Cornish Rex (principalmente perché perdono poco pelo) ma non ci sono dati a supporto. Comunque spesso dipende dal singolo esemplare, per questo è bene starci a contatto per un periodo prima di prenderlo in casa.

Curiosità:

l'allergia non è al pelo del gatto ma alla saliva e al sebo secreti dal felino. L'allergene sta nella proteina FEL D1.

Gatto maschio o femmina?

Ci sono molte similitudini nell’avere in casa un gatto maschio oppure femmina, la differenza principale sta nel periodo del calore, ovvero quando i gatti sono maturi per la riproduzione e cercano i partner per l’accoppiamento.

Il calore nei gatti

La maturità sessuale nel maschio e nella femmina ha delle differenze sostanziali.
La gatta va in calore circa 2 volte all’anno ma non ha il ciclo mestruale, a differenza di altri animali. Può durare da circa tre a dieci giorni ed è più facile che avvenga nei periodi con più luce, in inverno accade molto meno.
Il maschio invece non ha un periodo specifico, nonostante anche per lui la libido si abbassi drasticamente d’inverno. Reagisce al richiamo delle femmine in calore con miagolii intensi, spesso sono proprio dei concerti notturni in piena regola! Un altro aspetto critico è che marca il territorio della casa con i propri umori, che hanno un odore particolarmente forte e sgradevole.
Per entrambi bisogna fare molta attenzione alle fughe, specialmente il maschio che ha l’istinto di andare alla ricerca della femmina in calore.
È sempre consigliato far sterilizzare gli animali di ambo i sessi, non solo per gli innegabili vantaggi nella gestione della vita quotidiana. Risulta che i gatti sterilizzati hanno il 91% di minore incidenza di tumori alle mammelle, ovaie o utero nelle femmine e ai genitali nei maschi, tutte condizioni quasi sempre fatali per i nostri amici felini.

Adottare un cucciolo o un gatto adulto?

Gli aspetti da tenere conto secondo questo parametro hanno a che vedere soprattutto in termini di impegno da parte nostra.
Un cucciolo, oltre a necessitare di maggiori cure, ha bisogno di essere seguito molto di più nell’educazione, nel riconoscere i diversi spazi della casa (come ad esempio dove mangiare, dove fare i bisogni, ecc.) ed è nettamente più vivace ed energico di un gatto adulto.
Al contrario, un gatto adulto è generalmente più tranquillo e abituato all’interazione con l’essere umano e l’ambiente della casa. Avendo, inoltre, il carattere già formato presenterà meno sorprese nel temperamento, come invece avviene per i gattini giovani a causa delle normali evoluzioni alla crescita. Su questi aspetti potrete ricevere molte informazioni da chi state prendendo il gatto.

Dove prendere il gatto?

Anche rispetto a chi rivolgersi per prendere un gatto ci sono diverse opzioni, tutte molto valide, a patto di fare attenzione ad alcuni aspetti.

Allevamenti

Sono il riferimento principale per chi cerca animali di razza e con pedigree. I servizi offerti da allevamenti seri e con buona reputazione permettono di avere sicurezza rispetto alla salute dell’esemplare, escludendo ad esempio la possibilità di malattie genetiche ed ereditarie. In più, il fatto di poter visionare ed esaminare il gatto prima di portarlo a casa è un innegabile vantaggio.

Avere un esperto con cui confrontarsi e ricevere consigli, magari proprio inerenti alla razza consigliata in base alle nostre esigenze, e poterlo contattare ancora in seguito per ulteriore supporto, non sono certamente dettagli da poco.

Privati

Sebbene meno referenziati degli allevamenti, i privati sono spesso una scelta più che valida. In quasi tutti i casi si tratta di appassionati e questa è spesso una garanzia di attenzione verso i piccoli amici, ma anche per noi acquirenti.

È sempre bene richiedere il maggior numero di informazioni possibili sul gatto, soprattutto rispetto alla salute, e chiedere di poterci passare un po’ di tempo insieme per vedere se “scatta la scintilla”.

Rifugi e associazioni

L’opzione di rivolgersi a un rifugio, come un gattile, o altre associazioni di salvaguardia di animali è non solo una garanzia ma anche la scelta dal risvolto etico più elevato. Ci sono molti gatti in cerca di una casa che li accolga e che saranno in grado di diventare il miglior amico con cui convivere.

I volontari (e anche questo dice molto in termini di garanzia nell’impegno) sapranno darvi informazioni sui gatti di diverse età, razze e sul loro temperamento. In più, quasi tutti i gatti presenti nei rifugi sono stati visitati dal veterinario, vaccinati e spesso anche sterilizzati. In alcuni casi hanno anche il microchip [link] già impiantato.

Una nota importante da condividere, quando si sta per prendere un gatto, riguarda ai documenti da richiedere:

È sempre bene farsi dare:

  • Una fattura o un atto del passaggio di proprietà, talvolta necessario per registrare il microchip di identità del vostro animale (qualora non lo avesse già);
  • La carta di identità elettronica o del microchip in originale (se già impiantato);
  • Un certificato veterinario o un passaporto dell’animale prima del trasferimento;
  • Il certificato di nascita, qualora il gatto abbia un pedigree;

Info Utile:

se possibile fatti consegnare un po' di cibo a cui il gatto è abituato, potrebbe facilitare di molto il primo periodo di inserimento nella nuova casa.

Cosa fare quando arriva a casa?

Il primo momento in cui il nostro nuovo amico arriva a casa è carico di emozione. È un’esperienza bella e intensa, sia che siamo da soli o una famiglia numerosa. È importante, però, predisporre l’ambiente ad accogliere il gatto e impostare il tutto in modo da partire… con la zampa giusta.

Dal punto di vista del gatto, in coerenza con la sua indole, lui sarà il padrone e noi dovremo stare al suo volere ed esaudire tutti i suoi desideri.
Se si vuole evitare una vita in schiavitù, malsana e deleteria per entrambi, oltre agli aspetti pratici e organizzativi, è meglio assumere una corretta mentalità.

Info Utile:

sembra una cosa scontata, ma spesso non ci si pensa. Prima di andare a ritirare il gatto, è meglio comprare un trasportino. Ci servirà in diverse occasioni, dall'appuntamento con il veterinario alle vacanze. Meglio acquistarne uno adatto alle dimensioni del gatto già adulto, se stiamo prendendo un cucciolo.

Comprato una volta, non ci si pensa più.

Il momento più adatto

L’idea migliore è accogliere il gatto in un periodo in cui saremo presenti, come ad esempio il week-end oppure durante dei giorni di vacanza. Sarà importante che si abitui al nuovo ambiente in nostra presenza, ovvero i padroni di casa che dovrà ascoltare.

Il modo più adatto

Un’accortezza importante, inoltre, sarà quella di avvicinarsi sempre con calma per evitare di spaventarlo. Meglio mettersi a un paio di metri, abbassarsi e lasciare che si avvicini. Attenzione anche a come e quanto li prendiamo in braccio, soprattutto se a farlo sono i bambini. Dobbiamo ricordare che inizialmente il gatto è spaesato e non conosce né l’ambiente ne noi. In più, teniamo presente che i cuccioli sono decisamente più delicati dei gatti adulti. Teniamo anche presente che un gatto spaventato può graffiare e mordere!

Pensare e allestire gli spazi

Prima che il nostro amico si unisca a noi, bisogna pensare a uno spazio da dedicargli. I gatti, come quasi tutti gli animali, sono territoriali e hanno necessità di conoscere e fare proprio lo spazio della casa. Ma attenzione, dal loro punto di vista, potrebbero sentirsi padroni di tutti gli ambienti della loro nuova dimora. Riservargli uno spazio nella stanza principale che abitiamo, dove metteremo magari una comoda cesta, e dargli accesso per i primi 5-7 giorni solo a quella aiuterà il micio ad ambientarsi e a prendere confidenza con quello che è il luogo principale in cui vogliamo che stia.

Pian piano, potremo farlo stare anche nelle altre stanze, ma dovremo essere irremovibili nel non dargli accesso o farlo uscire dagli spazi in cui non vogliamo che stia.

Un altro ambiente fondamentale è quello in cui metteremo la sua lettiera, che dovrà essere ben accessibile fin da subito, cosicché possa più facilmente abituarsi ad identificarlo come angolo dei “bisogni”.

La ciotola dell’acqua dovrà sempre essere presente, con acqua fresca e pulita. Al contrario, la ciotola del cibo dovrà, invece, comparire solo al momento del pasto ed essere successivamente tolta. 

Questo serve un duplice scopo: 

  1. Aiuterà il gatto a non andare in sovrappeso, per colpa della golosità. 
  2. Sarà un messaggio chiaro per il nostro amico: il momento di mangiare è finito, si mangia solo quando compare la ciotola.

Gradirà certamente la presenza di qualche giocattolo, che sia adatto all’età, perché gli permetterà di dare sfogo agli istinti più selvatici che richiamano la caccia. Ma ciò che gradirete entrambi (forse voi ancora di più!), sarà il tiragraffi. Come è noto, i gatti hanno bisogno di “farsi le unghie” e, per evitare che il divano sia la sua prima fonte di ispirazione, la presenza di un tiragraffi potrà attirare la sua attenzione ed evitare, così, un dramma per noi!

Un ultimo consiglio utile è quello di togliere di mezzo piccoli oggetti appuntiti o taglienti, con i quali il gatto potrebbe mettersi a giocare finendo per ferirsi. Idem riguardo a cavi elettrici, che potrebbero avere un effetto letale, e in generale con tutto ciò che penzola o che potrebbe stuzzicare la loro curiosità e di cui possiamo liberarci senza che ci crei difficoltà. 

Va da sé che dovremo fare lo stesso per mettere in salvo ciò che ci è caro, che potrebbe fare una fine terribile nelle loro grinfie. 

Ebbene sì, accogliere un animale in casa implica qualche attenzione in più e, talvolta, qualche sacrificio.

Eccoci giunti al termine; in questo articolo abbiamo toccato una serie di informazioni utili per imbarcarsi in questa bella avventura. Una volta predisposto il tutto, potremo goderci indimenticabili momenti con il nuovo membro della nostra famiglia.

Ora non ti resta che scegliere il nome!